Chi Siamo

Appassionati freerider spesso di casa a Cervinia e in Valle d'Aosta.
Riccardo Corbari

Riccardo Corbari

SplitBoarding.it Editor

Mi chiamo Riccardo Corbari, sono un freerider per passione, con un passato di agonismo sia nel freestyle che nelle discipline alpine. Nato nel 1974, ho imparato a fare le mie prime discese in snowboard con un maestro di straordinaria eccezione – Pietro Colturi – quando lo incontrai per caso a Bormio, alla ricerca di un insegnante nella seconda metà degli anni ’80.

Pietro è stato anche il mio allenatore quando iniziai la carriera agonistica: in realtà fu proprio lui, durante un camp estivo di fine anni ’80 allo Stelvio, a spingere me e un altro amico rider a partecipare alle prime gare. A lui devo tutto quello che ho imparato all’inizio della mia esperienza sulla tavola, e a lui devo i princìpi dello stile che solo atleti come lui erano capaci di trasmettere, sia che gli scarponi ai piedi fossero hard o soft (e in quel periodo erano molto soft…).

Ho una lunga esperienza in snowboard, prima come atleta alpino e freestyle, e poi come freerider, visto che le ginocchia non sono più quelle di una volta… In fuoripista ho passato molto tempo della mia attività in snowboard, soprattutto di recente.

Pur non affrontando spesso discese estreme (lo snowboard dev’essere sempre un piacere, e credo che il massimo del piacere non si abbia a 50 gradi di pendenza) ho praticato in ogni condizione: dalla neve polverosa nella quale sono affondato per tutta la lunghezza delle mie gambe (sono alto 1 metro e 90 centimetri) alla neve “ventata”; ho saltato dai cliff degli spot che incontravo quando ero più giovane, e mi sono trovato ad esaltarmi per alcune discese molto ripide e veloci.

Ho deciso di creare questo blog per passione, ma anche perché sentivo la mancanza di un portale con la mia visione del freeride con lo snowboard e dello splitboarding, attività che sono in grande crescita in tutto il mondo e che iniziano ad essere popolari anche qui da noi, in Italia.

Su molti portali americani si possono trovare ottime informazioni, ma in Italia – paese con una straordinaria quantità di località sciistiche e resort – è difficile reperire informazioni dettagliate e utili. Questo blog sarà un riferimento per trovare gli spot migliori, ma non solo.

Il blog ha lo scopo di condividere notizie e informazioni, anche attraverso test, prove e confronti. Uno degli scopi principali del portale è anche quello di sensibilizzare tutti i freerider (anche i fratelli sciatori) nei confronti della sicurezza. Affrontare un fuoripista con la massima consapevolezza di ciò che si sta facendo non è un’opzione, ma un dovere di tutti noi.

Attraverso Splitboarding.it organizzerò anche corsi speciali dedicati all’analisi del manto nevoso, alla sicurezza in montagna, alla ricerca dei dispersi in caso di valanga, il tutto avvalendomi delle migliori guide alpine. Mi piacerebbe anche organizzare eventi ed uscite collettive, e riguardo a quest’ultime ho qualche sorpresa in riserbo.

Amo moltissimo la tecnologia e ho una predisposizione naturale (mania?) per ottenere tutte le migliori informazioni possibili riguardo a ciò che mi interessa o che utilizzo o acquisto, proprio per sfruttare al meglio gli strumenti che ho a disposizione. Sono un perfezionista (e lo dico con tono critico, non ritenendo il perfezionismo una qualità assoluta) e faccio moltissime ricerche prima di fare qualsiasi acquisto, che si tratti di una luce frontale da utilizzare per un’uscita notturna con la tavola, piuttosto che una tavola, un paio di scarponi o di attacchi.

Voglio sempre essere sicuro di fare la migliore scelta per le mie necessità.

Ho deciso quindi di mettere a disposizione di tutti coloro che cercheranno informazioni, tutte le mie ricerche e le mie analisi sul mondo del Freeride e dello splitboarding.

Questo sito web esprime opinioni personali, con l’intento di aiutare chi ha bisogno di consigli o chiarimenti sul mondo del freeride e dello splitboarding. Ogni prova viene eseguita in modo indipendente, questo significa che non vengo pagato per scrivere bene o male di un prodotto piuttosto che un altro.

I percorsi descritti ed allegati sono da considerare escursioni personali, quindi non voglio indicare tali escursioni come percorribili per i rider o gli sciatori di qualsiasi livello. Valutare le condizioni del meteo e del manto nevoso sono fattori fondamentali e vitali che ognuno di noi deve saper fare e rispettare. Nessuno di noi su SplitBoarding.it si ritiene quindi responsabile di qualsiasi incidente, imprevisto, danno a cose o persone, incluse ferite serie o addirittura il decesso di chi scelga di ripetere le escursioni riportate.


Daniele Marangon

Daniele Marangon

SplitBoarding.it Author

Daniele Marangon è uno dei maestri della Scuola del Breuil a Cervinia. Prima ancora, però, è un grandissimo appassionato di snowboard ed un militante di vecchia data fra le fila di coloro che vanno con la tavola da quando per risalire sugli impianti era obbligatorio usare gli scietti di plastica.

Collaborazioni

SplitBoarding.it si avvale della collaborazione con diversi professionisti dell’outdoor e della montagna. Cerchiamo sempre di gestire ogni rapporto nel modo più professionale possibile.

SplitBoarding.it ha rapporti diretti con alcune aziende e qualche negozio. Normalmente tutti i prodotti recensiti sono acquistati, proprio per scrivere opinioni e recensioni obiettive. Garantiamo, in ogni caso, recensioni eque e quando troviamo un problema qualsiasi in un prodotto per il quale stiamo scrivendo un articolo, la prima cosa che facciamo è segnalarlo al produttore, in modo da risolvere in modo costruttivo ogni problema.

Nei confronti fra più prodotti dello stesso tipo, alcuni oggetti sono forniti dai negozi che collaborano con noi. Anche in questo caso, non abbiamo nessuna pressione da parte dei negozi per scrivere bene o male riguardo ad un prodotto piuttosto che un altro.

Nei casi in cui il materiale viene fornito direttamente dal produttore o dal distributore, gli accordi sono chiari, e ci impegniamo insieme a chi ci fornisce i prodotti, ad esprimere un’opinione oggettiva.

Tutti gli articoli che promuovono un nuovo prodotto non saranno considerati test o recensioni, ma semplici notizie informative.

Come Svolgiamo i Nostri Test

Riguardo alle recensioni di qualsiasi prodotto, a volte troverete testi lunghi, altre volte corti. Non abbiamo uno standard per esprimere il nostro parere, semplicemente utilizzeremo il minimo indispensabile delle parole necessarie per esprimerci al meglio e poter comunicare chiaramente la nostra opinione.

L’esperienza accumulata in moltissimi anni fra gare, professionismo e divertimento sulle piste, ci porta a eseguire test accurati senza dover utilizzare un prodotto – che sia una tavola, uno scarpone o una luce frontale – per lunghi periodi.

Per quanto riguarda le tavole, la mia esperienza varia dal freestyle (pipe, park e in pista) all’uso di scarponi hard e tavole alpine, fino al freeride con qualsiasi condizione di neve fresca. Conosco l’evoluzione dello snowboard dal 1988 ad oggi perché ho usato diverse tipologie di snowboard per più di 25 anni. Preferisco il camber classico, ma uso volentieri anche camber ibridi e, se posso scegliere, preferisco tavole rigide sia in flex che in torsione. Non valuto le tavole per un uso jibbing perché non lo pratico.

A volte scriveremo anche di test sul lungo periodo, ma non sempre questa cosa sarà utile o necessaria, per cui seguiteci per restare aggiornati e se avete qualsiasi domanda su un prodotto recensito o da recensire, scriveteci pure attraverso il modulo di contatto.

La nostra passione per la tecnologia e l’elettronica ci porta ad analizzare (e poi scrivere) con molta attenzione anche tutte le recensioni sugli accessori come luci, airbag da valanga, piccozze, bastoncini, pale, ARTVA, sonde, abbigliamento e molto altro.

Per qualsiasi domanda o richiesta, contattaci:

11 + 9 =

Pin It on Pinterest

Shares
Share This